Scale per interni: il biglietto da visita della casa

0
659

Le scale per interni sono una sorta di biglietto da visita. Quando amici e parenti vengono a trovarvi, queste sono una delle prime cose che risaltano ai loro occhi. Una guida per scegliere al meglio.

Scale per interni: presentazione

Nell’accezione più semplicistica, sono definibili come l’elemento, architettonico, costituito da una o più serie di scalini. Si compongono di due parti: una parte a contatto con il piede detta pedata e una parte elevata detta alzata. L’insieme dei gradini si chiama rampa, e ve ne possono essere presenti una o più, quest’ultime sono intervallate da un pianerottolo. La sua funzione principale è quella di far superare i possibili dislivelli di piano presenti in una casa, ufficio, o altro. Spesso lungo tutta la rampa sono dotate di un sistema di protezione detto ringhiera. Che può avere differenti stile, per un impatto estetico migliore.  Troviamo un vero e proprio sistema per renderle sicure e durature nel tempo.

Scale per interni in muratura

Generalmente possono essere distinte in due tipi: in muratura e prefabbricate. Le prime sono costruite, ristrutturate, e/o modificate, qualora ve ne siano di già preesistenti, direttamente sul posto attraverso una serie di lavori edili; i quali possono essere eseguiti sia da professionisti specifici del settore o da appassionati del fai da te, sprigionando la loro creatività e costruendo in modo originale, geniale, bizzarro o semplicemente elegante. L’importante è costruirle rispettando tutte le regole di sicurezza (metodi, tecniche, materiali) dettate dalla normativa vigente.

Scale per interni prefabbricate

Le seconde propriamente dette prefabbricate sono regolate (come le prime) dalla legislazione in materia, che stabilisce la loro terminologia e classificazione, dimensioni e prestazioni, metodi e tecniche per le prove di carico e di resistenza, etc. Ad esempio l’UNI 10803/1999, ed eventuali successive modifiche, stabilisce la classificazione in base alla “morfologia” ovvero la struttura delle diverse scale a giorno che può essere:
– con pianerottolo e con variazione di direzione della rampa ottenuta attraverso un intervallo fra l’una e l’altra detto pianerottolo;
– con gradini dalla forma simile ad un triangolo e con rotazione delle rampe attraverso la presenza di 2 o più gradini disposti in modo tale da creare una variazione di direzione;
– diritte, cioè con un’unica rampa;
– diritte con un’elevata pendenza.
Interessante è notare che il carico massimo della loro portata, segnalato nella norma, è di 400 Kg/mq.

Views All Time
Views All Time
350
Views Today
Views Today
1

Commenta l

SHARE
isacco corradi
Isacco corradi è il presidente della società Alpsolution soc coop, che è la proprietaria di questo sito e di altri siti. Si occupa di comunicazione web e per questo attraverso questi blog crea contenuti per le aziende seguite direttamente da Alpsolution.
Loading...